Istruttore

 349 7281590

 enrico.sabbadini@h2bo.net

“Il mare è il grande serbatoio della natura, è dal mare che il globo è, per così dire, incominciato, e chissà che non finisca in lui. Ivi è la calma suprema. Il mare non appartiene ai despoti. Alla sua superficie essi possono ancora esercitare diritti iniqui e battersi, divorarsi, recarvi tutti gli orrori della terra; ma trenta piedi sotto il suo livello, il loro potere cessa, la loro influenza si estingue, tutta la loro potenza svanisce! Ah signore, vivete, vivete nel seno del mare! Qui soltanto è indipendenza, qui non riconosco padroni, qui sono libero!”

Jules Verne, Ventimila leghe sotto i mari, 1870

“Chiamatemi Ismaele. Alcuni anni fa – non importa quanti esattamente – avendo pochi o punti denari in tasca e nulla di particolare che m’interessasse a terra, pensai di darmi alla navigazione e vedere la parte acquea del mondo. È un modo che ho io di cacciare la malinconia e di regolare la circolazione. Ogni volta che m’accorgo di atteggiare le labbra al torvo, ogni volta che nell’anima mi scende come un novembre umido e piovigginoso, ogni volta che mi accorgo di fermarmi involontariamente dinanzi alle agenzie di pompe funebri e di andar dietro a tutti i funerali che incontro, e specialmente ogni volta che il malumore si fa tanto forte in me che mi occorre un robusto principio morale per impedirmi di scendere risoluto in istrada e gettare metodicamente per terra il cappello alla gente, allora decido che è tempo di mettermi in mare al più presto.”

Hermann Melville, Moby Dick, 1851

“Sai cosa bisogna fare per vivere nel mondo delle sirene? Devi scendere in fondo al mare, molto lontano, così lontano che il blu non esiste più, laddove il cielo non è che un ricordo. E quando sei là, nel silenzio, ti fermi e se decidi che vuoi morire per loro e restare con loro per l’eternità, allora le sirene vengono verso te, a giudicare l’amore che gli offri. Se è sincero, se è puro, allora ti accoglieranno per sempre.”

Jacques Mayol

Forse perchè ho imparato a nuotare prima che a camminare, forse perchè il mio colore preferito è il blu o forse perchè il mio primo eroe è stato il capitano Nemo seguito con il passare del tempo dai personaggi dei libri di Conrad, di London e di Stevenson ed ancora di Moitessier o forse perchè, citando il comandante Jacques-Yves Cousteau “dopo l’istante magico in cui i miei occhi si sono aperti nel mare, non mi è stato più possibile vedere, pensare, vivere come prima” o forse semplicemente perchè ognuno di noi deve seguire le proprie passioni ed il proprio istinto magari arricchito con la fantasia ed i sogni che quei libri ti lasciano alla fine della lettura, o forse perchè…

Così dopo il terzo grado ara ho pensato di voler comunicare ad altri questo mondo fatto di viaggi, di mare, di incontri, di avventure ed di amici…Allora eccomi qui come istruttore in formazione. Naturalmente con H2BO!

Qui sopra sono a Formentera, a Es Cap de Barbaria…

Il 14 Settembre 2014 sono diventato istruttore M1…

 

 

Top
Seguici: